Prevenzione nei Bambini

La prevenzione

Per conservare una buona salute della bocca sono necessari controlli periodici sia ai denti che alla loro posizione. E’ importante che il genitore sia sempre informato della necessità della cura, delle sue indicazioni, dei suoi limiti e degli eventuali costi. In un leale rapporto costruttivo e trasparente col dentista di fiducia.

Ecco cosa è importante osservare nei più piccoli:

Modifiche del colore dei denti da latte o presenza di buchi

E’ molto importante conservare anche i dentini di latte, quelli che perderemo comunque. Infatti servono a mantenere la posizione libera per i denti che arriveranno. Se vengono persi, il posto si ridurrà e per poter far uscire il dente permanente nella posizione corretta sarà necessario l’apparecchio. Quindi vanno curati e controllati periodicamente. Insomma bisogna lavare i denti regolarmente e fare eventualmente le piccole otturazioni necessarie per far durare i dentini il più al lungo possibile.

Denti o dentini di latte fuori posto o affollati

Si impone un controllo della grandezza della bocca in rapporto alla grandezza dei denti.  Se i denti sono affollati forse è necessario espandere l ‘arcata con qualche tipo di apparecchio. E’ essenziale che il dentista esegua le opportune indagini radiografiche, di solito una radiografia della bocca, chiamata panoramica, una radiografia laterale del cranio, una frontale del cranio. Su queste vengono poi eseguiti dei tracciati speciali che indicano se si è anche in presenza di anomalie della crescita o della posizione delle arcate. Infatti qualche volta si può avere una ridotta o eccessiva crescita della mandibola o nel mascellare superiore.Bisogna saper che più precoce è  la diagnosi, più facile, efficiente ed economica è la terapia. Si possono comunque poi utilizzare  sia apparecchi mobili che fissi, a seconda dell’ età e del tipo dell’alterazione. Soprattutto quando vi sono anomalie di crescita delle arcate infatti la terapia deve iniziare prima possibile, perché si cerca di modificare proprio la crescita del bambino. Attenzione però che i risultati non saranno solo estetici, con un profilo ed un sorriso più armonioso, ma anche di salute perché la bocca e la masticazione hanno anche effetti sulla postura ed in generale sulla efficienza del proprio corpo.

Il bambino russa la notte

Quando il bambino russa abitualmente la notte, presenta pallore del viso e occhiaie scure, bisogna che venga eseguita una visita che valuti se il mascellare è sufficientemente sviluppato. Spesso infatti si instaura una sorta di ciclo peggiorativo. Vediamolo in breve: se il mascellare è stretto il bambino respira dalla bocca e quindi russa la notte. L’aria che entra nei polmoni non è depurata e riscaldata da certe cellule e certe strutture speciali che sono dentro il naso e quindi le tonsille e le adenoidi si infiammano riducendo ulteriormente il diametro a disposizione per respirare dal naso e spingendo il bambino ancora di più a respirare con la bocca. Tutto ciò accompagnato da un quadro di febbricole continue, stanchezza e svogliatezza a scuola. Mettendo un apparecchio chiamato espansore rapido del palato il bambino recupera immediatamente la capacità di respirare con il naso, quindi  in poco tempo smette di russare, non ha più febbricole, gli torna un bel colore al viso e tanta energia per giocare e studiare. Insomma la attenzione per la salute, di questi tempi quasi una mania, di fatto evita ai giovani pazienti guai ben peggiori sia nell‘immediato che nel futuro.

Avete riscontrato - anche marginalmente - uno di questi sintomi?
Fissate ora la visita di controllo