Implantologia

L'impianto

L'impianto è sempre più una valida alternativa al classico ponte.

Si tratta di un nuovo dente collegato ad una nuova radice in titanio. Se da una parte inserire la nuova radice costituisce un delicato intervento chirurgico , dall’altra i denti naturali sono ben salvaguardati. Certo un intervento chirurgico significa anche ben valutare le strutture anatomiche circostanti, le possibilità di successo, le aspettative del paziente. Nessuna delle due soluzioni presenta solo vantaggi o solo difficoltà e la scelta deve essere ben valutata dal dentista insieme al paziente.

In pratica l’impianto è il sostituto artificiale delle radici naturali mancanti, e può sostenere una corona singola oppure una protesi fissa o mobile, completa o parziale.

Per ripristinare le condizioni ottimali di una struttura compromessa a seguito di un trauma o per altre cause sono disponibili anche altre procedure implantologiche, ma poiché esistono molti tipi di impianti, ogni singolo problema deve essere corretto ricorrendo al tipo di impianto più adeguato alla specifica indicazione.

In genere gli impianti sono composti di leghe di Titanio e generalmente presentano la forma di viti.



Quando Si Usa un Impianto


- sostituzione di un singolo dente
- sostituzione di più denti nella stessa zona
- sostituzione di tutti i denti di un’arcata
- sostituzione di parti di un’arcata



I Vantaggi di un Impianto


(a) sostegno più resistente
(b) conservazione dei denti sani
(c) prevenzione del riassorbimento dell’osso

Limiti di Età
L’età non è un deterrente per questo tipo di trattamento, il fattore determinante è infatti lo stato di salute del singolo paziente. Pazienti sani di settanta o più anni sono migliori candidati di pazienti più giovani ma che presentano una salute compromessa. In realtà, non esiste un’età preferenziale per questo tipo di trattamento, esattamente come non esiste un’età ideale per la protesi dell’anca o il bypass. Se una persona è in buone condizioni di salute, non esiste controindicazione al suo desiderio di migliorare la qualità della vita…

Una Pratica Poco Dolorosa
E’ difficile dare una risposta universalmente valida a causa della diversa tolleranza al dolore e della complessità della procedura in sé. In una situazione semplice, per esempio l’inserimento di un solo impianto senza innesto di osso, la maggior parte dei pazienti riferisce di un dolore post-operatorio molto lieve. Quasi tutti i pazienti trovano più dolorosa l’estrazione di un singolo dente. In ogni caso, durante l’inserimento non si prova alcun dolore, grazie all’anestesia locale.

La Durata di un Impianto
Gli impianti sono realizzati in materiali eccezionalmente forti e sono progettati per resistere a forze masticatorie calcolate con ampi margini di sicurezza. Tuttavia, per quanto davvero rara, la rottura dell’impianto è possibile, ma a parte questo incidente meccanico, i problemi associati agli impianti dentali sono più spesso imputabili alla rottura dei tessuti che circondano l’impianto stesso.

Il Costo dell'Impianto
Le procedure variano in complessità ed estensione in funzione delle condizioni soggettive di partenza e dei risultati richiesti dal paziente, e possono comportare un investimento significativo che aumenta all’aumentare del numero di impianti installati. Tuttavia, i vantaggi rappresentati dal ripristino della masticazione e dell’osso alveolare, associati alla conservazione dei denti sani e alla restituzione di un sorriso saldo, sicuro e perfettamente naturale, giustificano ampiamente l’investimento.

Per saperne di più su come ricostruire il vostro sorriso, contattate il Dott. Calandriello

Cerca

Download Pubblicazioni

Immediate function of Single Implants
The scientific approach to implantology applied by Branemark identified three principles...

 

Immediate loading of dental Implants
Immediate loading of dental implants is increasingly gaining recognition as a viable option...

 

Leggi le altre pubblicazioni